Un borgo torna a vivere: la location è Postignano
Castello di Postignano

Un borgo torna a vivere. Arriva alla quinta edizione la manifestazione “Un castello all’orizzonte” che vede come fulcro la location del Borgo Castello di Postignano, frazione del Comune di Sellano. L’iniziativa si avvale del patrocinio della Regione Umbria, della Provincia di Perugia e del Comune di Sellano ed ha come scopo quella di far rivivere questo borgo, abbandonato negli anni ’60, ma tornato a vivere grazie ad una attenta opera di restauro durata molti anni, a cura dei proprietari, Architetti Gennaro Matacena e Matteo Scaramella. Il “Castello di Postignano come l’archetipo dei borghi collinari italiani”, così è stato definito dall’architetto americano Norman F. Carver Jr, tanto da riprodurre le imponenti case-torri del borgo nella copertina del suo libro fotografico “Italian Hilltowns” pubblicato nel 1979.

Il programma della manifestazione “Un Castello all’Orizzonte” prevede: Sabato 23 luglio nella  Chiesa SS. Annunziata alle ore 18.30 “L’Italia. Melodie e virtuosismo al caleidoscopio con Alessandra Gentile (pianoforte) e Christian Schmitt (oboe) (ingresso  € 5,00). Domenica 24 luglio nella Chiesa SS. Annunziata alle ore 18.30, per la prima volta in un festival italiano, direttamente dal Brasile: Tainã Daniel Marques de Souza  (chitarra classica), che eseguirà musiche di: Bach, Villa-Lobos, Granados, Malats, Rodrigo, Martin, Castelnuovo-Tedesco (ingresso gratuito). Il Castello di Postignano è composto da sessanta case perfettamente restaurate nel rispetto dell’impianto medievale delle architetture, ma caratterizzate da tutte le risorse di una vivibilità moderna – un albergo “diffuso” – un ristorante/trattoria dove, la cucina semplice, l’attenzione alle tradizioni.
(tratto da FolignoCity.com)